Indice

Quanto Costa Aprire un Ristorante [Guida Completa]

Uno tra i sogni nel cassetto più diffusi tra gli italiani è quello di aprire un ristorante. Chi decide di provarci, però, scopre spesso di averne sottovalutato la difficoltà. Come in ogni business, infatti, anche nella ristorazione è richiesta un'attenta analisi delle spese, che poco hanno a che fare con la passione per il buon cibo. 

Se stai pensando di lanciarti in questa impresa, è arrivato perciò il momento di capire effettivamente quanto costa aprire un ristorante. Tra spese fisse e variabili, se non hai un'idea ben chiara, infatti, rischi solo di accumulare debiti!

Niente paura però, grazie alla nostra guida potrai capire nel dettaglio quali sono i principali costi di apertura di un ristorante e quali errori evitare nella tua gestione finanziaria. 

Quanto costa aprire un ristorante: tutto quello che devi sapere 

Iniziamo subito con una doverosa premessa: non esiste una formula matematica in grado di calcolare quanto costa aprire un ristorante. Questo perché le spese che dovrai sostenere dipendono da fattori variabili, come la città in cui ti trovi o il genere di locale che vuoi aprire. 

Prima di iniziare ad investire i tuoi soldi, perciò, delinea con precisione le caratteristiche del tuo locale. Tipologia, location, numero di coperti, piatti proposti…avere una visione ben chiara e oggettiva del tuo progetto ti aiuterà a stimare i costi di apertura del tuo ristorante. 

Sarebbe ancora meglio scrivere un vero e proprio business plan, nel quale raccogliere tutte le informazioni economico-finanziarie del tuo locale. Le principali voci che dovrai considerare nel business plan per valutare i costi di apertura del tuo ristorante sono:

  • L'allestimento

  • Il locale commerciale e le sue utenze

  • Lo stipendio del personale

  • L'attrezzatura e le materie prime

  • I permessi, le licenze e la formazione

  • La pubblicità

Come puoi vedere, purtroppo le spese per iniziare sono tante e spesso salate. Prima di spiegarti più nel dettaglio ciascuna delle voci che ti abbiamo elencato sopra, vogliamo però avvisarti. Il campo della ristorazione è un settore che sa regalare grandi emozioni, certo, ma anche parecchie delusioni. Essendo un settore saturo e competitivo, è quindi legittimo chiedersi se conviene aprire un ristorante oggi

Quanto costa aprire un ristorante: l'allestimento 

Iniziamo subito col capire quanto costa aprire un ristorante partendo proprio con l'allestimento del locale. In questa categoria rientrano tutte le spese relative all'aspetto operativo-gestionale che ogni imprenditore sostiene quando decide di avviare un'attività

Se decidi di aprire un ristorante, dovrai innanzitutto seguire un preciso iter burocratico. In particolare, è necessario:

  • Aprire una partita IVA 

  • Iscriversi alla Camera di Commercio locale

  • Iscriversi all’INPS e all’INAIL

  • Aprire le posizioni INPS ed INAIL dei tuoi collaboratori 

  • Iscriversi al CONAI (Consorzio Nazionale Imballaggi)

  • Presentare la SCIA (Segnalazione Certificata di Inizio Attività) allo SUAP (Sportello Unico per le Attività Produttive) del Comune dove vuoi aprire il tuo ristorante 

  • Richiedere la licenza commerciale all’Ufficio del Commercio del Comune

  • Registrare presso gli Uffici del Registro l'eventuale contratto d’affitto del tuo locale

  • Comunicare all’Agenzia delle Dogane la vendita di alcolici

  • Richiedere al Comune l'autorizzazione all’esposizione dell’insegna

Tutte queste voci hanno ovviamente un costo specifico, che dipende anche dal municipio e dalla provincia in cui si desidera aprire il proprio ristorante. Per esempio, il costo della sola SCIA è generalmente superiore ai 250€ . Per l'apertura della partita IVA, invece, si parte da circa 400€ per le forme individuali fino ad arrivare a 3000€  nel caso della costituzione di una società. Insomma, tra pratiche, bolli e imposte, preparati a sborsare anche più di 5000€.

Quanto costa aprire un ristorante: permessi, licenze e formazione

Prima di scoprire insieme quanto costa aprire un ristorante dal punto di vista pratico, approfondiamo ulteriormente le spese relative ai permessi, alle licenze e alla formazione. Oltre ai punti che ti abbiamo elencato nel paragrafo precedente, per aprire un ristorante dovrai ottenere:

  • La certificazione SAB (ex REC) relativa all’abilitazione per la somministrazione di alimenti e bevande. Viene rilasciata frequentando un corso, di costo variabile tra i 500€ e gli 800€

  • Il piano HACCP, sia per te che per i membri del tuo staff impiegati in cucina, al bar e nel servizio ai tavoli. Anche in questo caso bisognerà frequentare un corso, che però ha un prezzo contenuto, intorno ai 50€

  • L'eventuale permesso per la diffusione di musica e trasmissioni televisive. In questo caso dovrai versare un canone e i contributi alla SIAE, variabili in base alla grandezza del tuo locale. Si parte da 149€ per i ristoranti fino a 75 mq, per arrivare fino a  799€ nel caso di metrature superiori

Quanto costa aprire un ristorante: il locale commerciale e le utenze 

Le spese burocratiche hanno un impatto non da poco sui costi di apertura di un ristorante. Anche quelle relative al locale commerciale, come l'affitto e le utenze, purtroppo, non sono da meno.

Hai già deciso se acquistare la location destinata al tuo ristorante oppure limitarti ad affittarla? Nel primo caso, ovviamente, i costi di apertura del tuo ristorante lieviteranno non di poco. A seconda della grandezza dell'immobile e della sua posizione, infatti, è molto probabile che tu finisca per superare i 100000€.

Se hai quindi un budget limitato o non vuoi essere troppo vincolato, meglio affittare il tuo locale commerciale. Dato che il canone di affitto varia in base alla metratura del ristorante e alla sua posizione, è però difficile darti una stima dei costi. Oltre alla prima mensilità, solitamente ti verrà chiesto di versare anche una somma cauzionale. Non stupirti, perciò, se dovrai pagare anche più di 10000€.

Una volta individuato il locale commerciale, bisogna poi pensare a come personalizzare e arredare il tutto. Il mobilio e gli accessori sono fondamentali per creare il giusto mood all'interno del tuo ristorante, ma costano spesso un occhio della testa. Si parla, in media, si una cifra compresa tra i  7000 e i € 15000€. Vuoi risparmiare qualcosa? Ti consigliamo allora di sbirciare le sezioni dedicate alla ristorazione di IKEA e Maisons du Monde.

Discorso altrettanto importante è quello relativo alle diverse utenze. I consumi di acqua, gas, elettricità e linea telefonica cambieranno a seconda della stagione e al volume di lavoro. Puoi però fin da subito contattare i diversi fornitori per trovare le tariffe più adatte al tuo ristorante.

Quanto costa aprire un ristorante: il personale

Una volta trovato il luogo dove aprire il tuo ristorante e pensato a come arredarlo, è tempo di creare il tuo team. Gli stipendi del tuo personale fanno parte dei costi fissi del tuo ristorante e non dipendono quindi dal volume degli affari. Il numero di dipendenti necessari varia a seconda del locale e, perciò, dovrai stimarne l'impatto sul costo di apertura del tuo ristorante in base alle tue necessità.

Come immaginerai, il costo del lavoro non si limita però solo al salario. Dovrai pagare, infatti, anche straordinari, bonus, imposte, assistenza sanitaria, ferie e giorni di malattia. Se vuoi farti un'idea di quanto i tuoi dipendenti incidono sui costi di apertura del tuo ristorante, troverai sul sito di Confcommercio il CCNL dedicato al settore. Ti anticipiamo, però, che ciascun membro del tuo team ti costerà in media tra i 1000 e 3000 al mese.

Cerchi una soluzione più vantaggiosa? Valuta allora l'apertura di un'impresa familiare, nella quale coinvolgere i tuoi parenti fino al terzo grado. In alternativa, puoi assumere ragazzi alle loro prime esperienze con contratto di apprendistato, risparmiando così fino al 35% sul costo del personale.

Quanto costa aprire un ristorante: l'acquisto dell'attrezzatura e delle materie prime 

Quando le persone si chiedono quanto costa aprire un ristorante, spesso sottovalutano le spese relative all'attrezzatura e alle materie prime. Sembra quasi paradossale, ma in molti dimenticano di dedicare una parte di budget proprio allo stock alimentare iniziale!

Nel momento in cui aprirai il tuo ristorante, avrai bisogno di una scorta che ti permetta di coprire almeno una settimana di servizio. Si tratta di un investimento che si aggira intorno ai € 5000, ma dipende molto dal genere di ristorante che vuoi aprire. Come potrai immaginare, occhio però ai cibi deperibili. Oltre a dover garantire sempre la massima freschezza, meglio non esagerare con le scorte finché non avrai ben chiaro il volume di affari del tuo locale.

La spesa più alta sarà, tuttavia, quella legata alla cucina del tuo ristorante. Ti serviranno, infatti, tutti gli utensili e l'attrezzatura necessaria alla conservazione e preparazione dei tuoi piatti. Giusto per darti una stima, la sola cucina professionale ha un costo che si aggira tra gli  8000€ e i 15000€. 

A questi dovrai poi aggiungere i costi relativi al comparto tecnologico, come l'impianto stereo o il registratore di cassa. Stai cercando un terminale flessibile, smart e adatto anche ai ristoratori alle prime armi? Siamo sicuri il nostro SumUp Cassa ti sorprenderà!

Quanto costa aprire un ristorante: investire nella pubblicità 

Spesso dimenticata quando si parla dei costi di apertura di un ristorante, la pubblicità gioca un ruolo fondamentale. La tua cucina potrà essere anche la migliore della zona, ma se nessuno conosce il tuo locale difficilmente vedrai decollare la tua attività.

Ti consigliamo, perciò, di investire parte del tuo budget in una campagna pubblicitaria. Rispetto al fatturato previsionale che vuoi ottenere, il budget marketing consigliato è di circa il 5-10%

Oltre ai classici volantini, puoi sponsorizzare le tue pagine social o utilizzare Google Ads. Vuoi creare qualcosa di più personale e che racconti il tuo progetto? Valuta allora l'apertura di un sito web per il tuo ristorante, magari rivolgendoti ad un web developer professionista.

Finanziamenti per aprire un ristorante: alcune opzioni

Se sei arrivato a leggere fino a questo punto, hai probabilmente iniziato a metabolizzare quanto costa aprire un ristorante. In caso contrario, eccoci in tuo soccorso: si parla di una spesa che in media si aggira intorno ai € 70000

Prima di lasciarti prendere dallo sconforto e gettare la spugna, però, sappi che esistono numerosi finanziamenti per aprire un ristorante. Tra questi ti segnaliamo:

  • Il Bando Selfiemployment di Invitalia, con finanziamenti per aprire il tuo locale da € 5000 a € 50000

  • Nuove Imprese a Tasso Zero, sempre di Invitalia, dedicato ai giovani imprenditori sotto i 35 anni. Consiste in un mix di finanziamenti a tasso zero e contributi a fondo perduto per progetti d’impresa con spese fino a 3 milioni di euro

  • Finanziamenti bancariagevolatiper aprire un ristorante, come Neoimpresa di Intesa SanPaolo o il Microcredito con Garanzia FEI di UniCredit

Quanto costa aprire un ristorante: conclusioni

Come hai visto, dire con precisione quanto costa aprire un ristorante non è semplice. Tra costi fissi, variabili, licenze e burocrazia, le spese cambieranno molto in base alle caratteristiche del tuo locale. Se stai pensando di aprire un piccolo ristorante, comunque, preparati a sborsare almeno 70000€.

Per tua fortuna, esistono alcune agevolazioni fiscali, bonus e finanziamenti per aprire un ristorante che puoi sfruttare per realizzare il tuo sogno. Inoltre, se deciderai di appoggiarti ad un franchising, aprire il tuo locale diventerà molto più facile. In questo caso, infatti, il costo di apertura di un ristorante viene solitamente dimezzato. Speriamo che questa guida abbia risposto alle tue domande e ti aiuti ad aprire il tuo ristorante. Buona fortuna!

Liza Giraud